Un recente studio, condotto da alcuni ricercatori dell’Ohio State University e dell’Università della California, ha concluso che i dipendenti che utilizzano i programmi di messaggeria istantanea in ufficio riducono le loro interruzioni di lavoro rispetto agli altri colleghi che utilizzano altri mezzi di comunicazione.

I risultati dello studio, condotto su 912 persone che lavorano almeno 30 ore settimanali in ufficio e che usano il computer almeno 5 ore al giorno, contraddicono quindi la credenza che i programmi di messaggeria istantanea aumentino le interruzioni sul posto di lavoro.

GTalk

Precedenti autori avevano assunto l’idea che questi programmi venissero utilizzati dai dipendenti in addizione ai tradizionali mezzi di comunicazione. Lo studio coordinato da Kelly Garrett, docente di comunicazione all’Ohio State University, pubblicato sul Journal of Computer Mediated Communication, ha mostrato invece che i programmi di messaggeria istantanea sarebbero talmente efficaci da rimpiazzare quasi del tutto gli altri mezzi di comunicazione.

Ma al di là dell’efficacia comunicativa Garrett punta l’attenzione anche su altri aspetti positivi di questo tipo di tecnologia. La possibilità di vedere in tempo reale se il proprio collega è presente e disponibile alla conversazione fa risparmiare visite a vuoto al primo e interruzioni indesiderate al secondo.

Ovviamente la messaggeria istantanea è al tempo stesso un mezzo di comunicazione limitato se posto di fronte alla necessità di dover servire una discussione prolungata nella quale devono essere prese decisioni complicate. Questa tecnologia mostra comunque tutta la sua potenza negli scambi rapidi dove una breve domanda sollecita una rapida risposta.

Secondo Garrett, quindi, per queste brevi conversazioni questi programmi sostituirebbero le altre forme di comunicazione come il telefono, l’e-mail e la conversazione viso a viso, più dispendiose in termini di tempo rispetto alla velocità della messaggeria istantanea, facendo quindi risparmiare tempo ai dipendenti a beneficio dell’azienda.

Fonte: Journal of Computer Mediated Communication


E TU COSA NE PENSI?

  1. Anche tu usi client di messaggeria istantanea in ufficio? Ti fa davvero risparmiare tempo?;
  2. In ufficio non c’è? Dopo aver letto questo articolo la proporresti in azienda?